Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Emendando la legge sul Donbass Kiev si sta ritirando dal processo negoziale

© Sputnik . Igor Maslov / Vai alla galleria fotograficaDenis Pushilin
Denis Pushilin - Sputnik Italia
Seguici su
Kiev non vuole la pace

Modificando la legge sullo status speciale di alcuni distretti del Donbass, Kiev si sta ritirando dal processo di pace, ha detto il rappresentante plenipotenziario dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk presso il Gruppo di contatto, Denis Pushilin.

"Kiev doveva soltanto indicare l'elenco dei centri abitati con status speciale, ma l'Ucraina, come al solito, sta modificando la legge approvata nel mese di novembre. Sta accadendo quello di cui avevamo ammonito. Gli emendamenti di Poroshenko cambiano il significato della legge, sono in contrasto con tutti gli accordi e portano all'approvazione di una legge che sarà morta sin dalla nascita, dimostrando che le autorità non vogliono risolvere problemi in maniera pacifica e sono in grado soltanto di trovare degli espedienti e delle scuse. Tutto ciò viene fatto per rafforzare l'esercito. In sostanza, vogliono la guerra", — ha dichiarato Pushilin.

In precedenza il presidente dell'Ucraina Petr Poroshenko ha presentato alla Rada alcuni disegni di legge che stabiliscono le modalità di determinazione dell'elenco dei distretti del Donbass che avranno lo status speciale e modificano la legge approvata in precedenza, stabilendo la condizione di svolgimento delle elezioni regionali. Uno dei documenti chiede al Consiglio di sicurezza dell'ONU e all'UE di inviare in Ucraina una forza di pace.    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала