1 luglio 2014, 23:54

La passione per i selfie è stata riconosciuta come disturbo mentale

La passione per i selfie è stata riconosciuta come disturbo mentale

L'associazione psichiatrica americana ha riconosciuto la dipendenza da autofotoritratto attraverso il cellulare (selfie) come disturbo mentale.

Secondo gli psichiatri, la nuova malattia è stata chiamata «selfies», ed è caratterizzata da un costante desiderio di fotografare se stessi e condividere immagini sui social network per compensare la mancanza di autostima.

Gli scienziati hanno identificato tre livelli di disturbo: saltuario in cui le persone si fotografano almeno 3 volte al giorno, ma non pubblicano le foto su social network; acuto se la persona si fotografa non meno di 3 volte al giorno e pubblica le foto nei social network; cronico quando l'uomo diventa ossessionato dai selfie e prova un desiderio incontrollabile di fotografare se stesso 24 su 24 e pubblica le immagini su internet almeno 6 volte al giorno.

Gli psichiatri dicono che al momento non c'è la cura per i “selfies”.

  •  
    Condividere su